Sofigyps a Oggiono
Sofigyps a Oggiono

Novità

Ecobonus 2018

La legge di stabilità 2018 ha previsto la conferma per un altro anno del bonus fiscale pari al 50% per le ristrutturazioni edilizie e al 65% per gli interventi di riqualificazione energetica.

Per il 2018 la nuova scadenza per la detrazione per le spese di risparmio energetico cd. Ecobonus è al 31 dicembre 2018.

 

L'Ecobonus è un'agevolazione fiscale prevista per i contribuenti che sostengono spese per interventi di riqualificazione energetica nella propria casa, sugli edifici condominiali o sugli uffici, negozi, capannoni. Tale agevolazione, consiste in una detrazioni dall’Irpef se la spesa è effettuata dal contribuente privato o dall’Ires se impresa o società, che lo Stato riconosce quando vengono eseguiti lavori per aumentare l'efficienza energetica degli edifici già esistenti. Sono spese detraibili e quindi agevolabili quelle sostenute per ridurre il fabbisogno energetico per il riscaldamento, per migliorare e mantenere il calore all'interno dell'edificio come ad esempio la pavimentazione, finestre e infissi o coibentazioni, oltre che l’installazione di pannelli solari e la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale, quindi meno spreco di energia, più risparmio e maggiore efficienza energetica. 

 

La detrazione del 65% spetta a tutti i contribuenti privati residenti e non residenti e contribuenti titolari di impresa quindi con Partita IVA, che possiedono a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di interventi di risparmio energetico Ed è valida per gli interventi di efficienza energetica fino al 31 dicembre 2018 relative a:

  • interventi di riqualificazione energetica a patto che si realizzi una diminuzione del fabbisogno energetico annuo rispetto ai valori indicati nell’allegato A del D.M. 11/03/2008 per gli interventi iniziati nel 2008 e anni successivi. Per questo tipi di intervento, la detrazione 65% spetta fino ad una spesa di 100 mila euro.e posa di pannelli solari, fino a un valore massimo della detrazione di € 60.000;
     
  • Interventi su edifici esistenti concernenti coperture e pavimenti, finestre e infissi, a patto che si realizzi una diminuzione o pari valori indicati dall’Allegato B, punto 2, del DM 11/3/2008 e DM 26/1/2010. La detrazione Ecobonus spetta fino ad un tetto massimo di spesa di 60.000 euro. La sostituzione di infissi e schermature, per effetto della Legge di Bilancio, scende dal 65 al 50% dal 1° gennaio 2018.
     
  • Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sia per uso domestico che industriale e sia per l’acquisto di impianti termodinamici per la produzione di acqua calda ed energia elettrica, in questo caso però la detrazione spetta solo per la componente per l'acqua. Tetto spesa massima è pari a 60 mila euro.
     
  • Sostituzione impianti di climatizzazione invernalecon impianti dotati di caldaia quindi anche per l'acquisto di pompe di calore ad alta efficienza e impianti a basso assorbimento di energia, e sostituzione dei vecchi scaldabagni con scaldacqua a pompa di calore. La detrazione 65% spetta entro un massimo di spesa di 30 mila euro. La detrazione per le spese di sostituzione o installazione caldaie a condensazione dal 1° gennaio 2018, varia così:
    • detrazione 65%: se si installa una caldaia a condensazione di classe A con contestuale istallazione di sistemi di termoregolazione evoluti;
    • detrazione 50% se si istalla una caldaia a condensazione di classe A;
    • detrazione 0%: se si istalla una caldaia di classe B.
       
  • Nell'Ecobonus sono ammesse inoltre le spese per eseguire gli interventi di risparmio energetico come ad esempio i costi per l'installazione dei pannelli solari, opere murarie, eventuali lavori di deviazione e allacciamenti, smontaggio e prestazioni professionali per la redazione della certificazione energetica indispensabile per far fruire al contribuente la detrazione spettante.
     

Sismabonus 2018

Le detrazioni fiscali previste dal nuovo sisma bonus, sono incentivi che il Governo ha voluto introdurre in Italia, al fine di favorire le ristrutturazioni edilizie con misure antisismiche.

Il sismabonus prevede 2 diverse percentuali di detrazione fiscali a seconda della riduzione della classe di rischio e del tipo di immobile oggetto della detrazione.

Ciò significa che se il sismabonus, può essere fruito per la prima casa o seconda casa, l'attività produttiva o i condomini, qualora ubicati nelle zone 1, 2 o 3 ad alto e medio rischio terremoti.

Per gli interventi di riduzione di rischio, effettuati sulle abitazioni e attività produttive: spetta una detrazione pari al 70% se determinano una riduzione di 1 classe di rischio, al 75% se le classi sono 2.

Per gli interventi effettuati sui condomini, invece, spetta una detrazione pari al 75% se la riduzione di rischio è di 1 classe, all'85% se di due classi.

Chi ha diritto al sisma bonus?

La nuova detrazione fiscale sisma bonus spetta ai seguenti beneficiari:

  • Sismabonus 2018 prima e seconda casa;
  • Attività produttive;
  • Bonus Condomini sismabonus;
  • Enti locali per la messa in sicurezza gli edifici pubblici, a partire da quelli di interesse strategico.

Appare quindi evidente che la nuova detrazione sismabonus, è una misura rivolta non solo a quelle zone sismiche 1 e 2 come prevede la legge attuale con la detrazione di adeguamento antisismico, ma a tutta Italia, cosicché da aumentare la platea dei beneficiari, ferma ora ai residenti di 3 mila Comuni italiani.

 

Detrazioni fiscali Sismabonus 2018::

  • le spese per la diagnosi sismica degli edifici, potranno fruire di una detrazione fiscale pari al 100%. Oggi invece tale diagnosi sismica, è detraibile solo se avviene contestualmente al lavoro di adeguamento o miglioramento antisismico. Se, invece, un proprietario vuole conoscere il livello di rischio del suo immobile, ma rimanda i lavori, non ha diritto ad alcuna agevolazione.
  • possibilità per chi non ha tasse da scaricare, di poter cedere il credito ad altri intermediari finanziari;
  • Bonus unico condomini 2018: che consente di unificazione Ecobonus + sismabonus, per avere un unico cantiere condominiale.

Sconti imbattibili da Sofigyps

Sofigyps, che a sede in provincia di Lecco, ha ingrandito il proprio assortimento.  Non perdetevi inoltre i nostri sconti imbattibili validi ancora per poco tempo.

Contatti

Sofigyps
Via per Molteno 27

23848 Oggiono (Lc)

Italia
 
 
Tel. +39 0341 1842024
Fax +39 0341 1842024
E-mail: sofigyps@gmail.com

Orari di apertura

Da lunedì a venerdì:

8.00/12.00 - 14.00/18.15

 

Sabato:

08.15/12.00

Avete delle domande?

Non esitate a passare nella nostra sede a Oggiono, in provincia di Lecco, o a contattarci chiamando il numero +39 0341 1842024 o compilando il nostro modulo online

Novità

Informatevi sulle novità di Sofigyps. Vi terremo aggiornati!

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Sofigyps di Bianchini Gabriele | Via Per Molteno 27 23848 - Oggiono (Lecco) |   Partita IVA:03417360132 | REA: LC 316116